Perchè le coppie litigano all’Ikea [part.sec.] Sos Relazioni

Perchè le coppie litigano all’Ikea [part.sec.]/ SoS Relazioni

[ Perché scegliere ci manda in crisi? ]

É capitato anche a te di andare all’Ikea per arredare casa insieme alla tua dolce metà, e ritrovarti a litigare fino a quando quella dolce metà  si è rivelata essere non proprio così dolce? 

E sì, sembra succeda a tanti. 

Se fossi un avvocato divorzista  mi metterei dopo le casse a distribuire bigliettini da visita. 

Battute a parte, questo è il secondo articolo sul “perchè le coppie litigano all’Ikea ( e in vacanza ) e perchè saperlo ci può aiutare nelle nostre relazioni più strette. Il primo articolo lo trovi qui. 

Primo aspetto: sia l’Ikea che le vacanze, a modo loro, sono due situazioni  estreme

Che cosa succede quando ci troviamo in situazioni estreme? 

Succede che gli equilibri che abbiamo trovato come coppia vengono messi a dura prova, come fossero sottoposti ad uno stress test che ne verifica sia la solidità che la flessibilità

Come ci costruiamo questi equilibri e come imparare ad essere sia solidi che flessibili, sarà oggetto di un prossimo articolo: se l’argomento ti interessa puoi iscriverti alla news letter. 

Le difficoltà della vita sono situazioni estreme e l’Ikea, come le vacanze, sono solo degli esempi utili perchè li conosciamo un po’ tutti.

jump, uscire dall'indecisione

Un figlio che ci crea “problemi; imprevisti di varia natura, che siano economici o di salute ; la perdita di un lavoro;  la fine di una storia; le difficoltà sul lavoro; le difficoltà di coppia; un progetto naufragato, e così via, sono tutte situazioni estreme, che ci spingono ai confini delle nostre solidità/certezze. 

E veniamo al cuore del discorso: che cosa manda in crisi la coppia all’ikea?

Sono le tante opzioni tra cui scegliere che ci troviamo a dover fare, in una situazione estrema/stressante e non da soli, ma dovendo trovare un accordo con un altra persona. 

scegliere

E non sono scelte indipendenti tra loro, ma opzioni combinate:  devi scegliere il tipo di divano, il colore, etc e, allo stesso tempo, tenere a mente che il divano dovrà abbinarsi con tutto il resto, il che fa salire il numero delle possibilità in maniera vertiginosa che, non a caso, fa venire le vertigini anche a noi.  

La vertigine non è paura di cadere ma voglia di volare ( Jovanotti ) ok, ma mi fido ancora di te o la fiducia vacilla?

Ma andiamo avanti….

Quando devi decidere qualcosa di importante nella vita ordinaria, sei davanti allo stesso scenario cioè, ogni opzione può avere ripercussioni su altri aspetti, direttamente o indirettamente collegati. 

Si chiama complessità che è, sia una grande opportunità, che una grande sfida, perchè davanti alla complessità ci blocchiamo e spesso prendiamo le strade sbagliate. 

complessità

La soluzione che io propongo è questa: per prima cosa serve dotarsi di occhi diversi per inquadrare la situazione, perchè spesso è proprio la nostra descrizione del “problema” che crea il problema.

Poi, una volta che abbiamo fatto questo, iniziamo un processo di semplificazione, che renderà più facile prendere le giuste decisioni. 

semplificazione

Un esempio di come si può semplificare è  ricordarsi che uomini e donne, generalizzo, ma non posso fare che così, sono soliti vedere il mondo in due modi opposti ma altrettanto importanti:  le donne tendono a vedere le situazioni nella loro globalità, mentre gli uomini tendono di più a vedere il particolare. 

Potremmo dire che le donne vedono la foresta, mentre gli uomini vedono l’albero

Vediamo due mondi diversi e  comunichiamo in due modi diversi, punto.

Capisci che è quasi normale non andare d’accordo?

Far incontrare questi due mondi, o quello dei genitori con quello dei figli,  è quello che faccio con le mie consulenze e mi meraviglio ogni volta che vedo quella luce, negli occhi delle persone, quando iniziano a “vedere”. 

Ma perchè scegliere ci manda in crisi?

Semplice, perchè siamo abituati a non scegliere.  

Non parlo delle scelte ordinarie quelle le facciamo per sopravvivenza, parlo di scelte più importanti, alcuni esempi: 

Che tipo di persona voglio essere: come genitore, come  compagno/a, come capo o dipendente?

Chi sono e che idea di vita ho in mente? E così via…

Perchè scegliere è importante? 

É importante perchè scegliendo ci definiamo.

Più siamo definiti più faciliteremo un figlio a fare altrettanto o un partner o chiunque altro sia in relazione con noi, e molti problemi sparirebbero.

Perchè non scegliamo

Ma tendiamo a non farlo perché non vogliamo rinunciare a tutte le altre possibilità. Abbiamo un cattivo rapporto con una sana aggressività che ci servirebbe proprio per decidere e definirci.

Allora l’Ikea e le vacanze, ma puoi trovare altre circostanze che di sicuro hai vissuto, sono situazioni che mettono in luce difficoltà che erano già presenti ma non erano visibili, in questo caso la difficoltà nello scegliere. 

Il mio lavoro è questo:  aiutare le persone a riconoscere questi e altri meccanismi che sono la causa delle nostre difficoltà nelle relazioni strette. 

Per coprire queste difficoltà di base che facciamo allora? 

“Scappiamo” dalle relazioni strette, dove è possibile, e iniziamo ad apprezzare quelle meno vincolanti ma è una fuga che ci fa perdere un opportunità.  

La soluzione non è “scappare” ma riuscire a trasformare le relazioni strette in qualcosa di migliore, o quello che abbiamo buttato dalla finestra rientrerà dalla porta. 

Se vuoi saperne di più o vuoi dirmi qualche aspetto nel quale sperimenti difficoltà, puoi scrivermi e potrò essere più dettagliato. 

coaching@effettozen.com

Offerta sconto del 30% + un altro 30% per il coaching On-Line

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.